Giordania: corsi di formazione aziendale per 10 giovani giordani e 10 profughi iracheni.

Iniziativa del gruppo Shabibi, che coordina le attività giovanili delle parrocchie in Giordania, grazie al contributo di Banca Etica e di Acad Palestine, il Centro arabo per lo sviluppo agricolo.

Corsi di formazione aziendale per combattere la disoccupazione tra i giovani giordani e profughi iracheni. È l’iniziativa del gruppo Shabibi, che coordina le attività giovanili delle parrocchie in Giordania, e resa possibile grazie al contributo di Banca Etica, alla collaborazione con Acad Palestine, il Centro arabo per lo sviluppo agricolo, e alla disponibilità organizzativa, della Parrocchia di san Giuseppe in Jabal Amman. Il primo corso ha preso avvio il 31 gennaio scorso dal titolo “Start Up your business training outlines” cui partecipano 10 giovani giordani e 10 giovani profughi iracheni. “In Giordania – riferisce don Mario Cornioli, sacerdote del Patriarcato latino di Gerusalemme che coordina il progetto - la disoccupazione colpisce il 50% della popolazione. Questo numero sale se si calcola la presenza dei rifugiati. Sono cifre che scoraggiano le speranze di un buon futuro lavorativo per tutti. Lo scopo primario dell’iniziativa è quello di stimolare idee, “trafficare” i talenti che Dio ha donato ad ognuno dei suoi figli, riuscire ad imparare a costruire un futuro lavorativo e realizzare anche i propri sogni”.

 


© 2018 - Fondazione Vaticana "Centro Internazionale Famiglia di Nazareth" - All Rights Reserved

Questo sito utilizza solo cookie tecnici che consentono una migliore navigazione senza violare alcuna privacy. Nessun dato profilante viene raccolto o memorizzato.